Jim Carrey ed altri attori cambiano faccia con il deepfake

Jim Carrey Shining

La cosa emoziona e preoccupa allo stesso tempo.

Negli ultimi tempi sta enormemente spopolando il canale YouTube “Ctrl Shift Face” che ha attualmente raggiunto circa 116.000 iscritti. La maggior parte dei pochi video usciti da quel canale hanno infatti superato ampiamente il milione di visualizzazioni, ma a cosa è dovuta tanta popolarità?

I video del canale consistono nel riuscire a cambiare i lineamenti del viso delle persone in maniera talmente realistica da far sembrare il video vero al 100%. I soggetti ripresi dal canale sono spesso scene di film: si vede infatti Jim Carrey prendere il posto di Jack Nicholson nel film “Shining“, oppure Sylvester Stallone prendere il posto di Arnold Schwarzenegger in “Terminator 2: Il Giorno del Giudizio“.

Il risultato è talmente ben realizzato che le persone potrebbero realmente confondere il tutto con del materiale originale se non avessero già visto i film. Negli ultimi giorni i video hanno aumentato parecchio il loro riscontro, poiché il pubblico è fortemente affascinato dall’evoluzione impressionante che hanno raggiunto gli effetti visivi… ma ci sono state anche numerose proteste.

Diverse persone, tra cui anche dei politici, hanno infatti dichiarato quanto un simile uso della cgi può essere fortemente pericoloso in altri casi. Un esperto effettista come quello dei video ultimamente rilasciati potrebbe infatti, a detta di queste persone, tranquillamente falsificare video di testimonianze per cancellare i crimini di determinati individui ed incastrando di conseguenza persone innocenti.

Inoltre la cgi spaventa anche dal punto di vista della moralità, poiché attraverso questi effetti non ci sarebbero problemi nemmeno ad utilizzare i volti di attori o altri tipi di star che sono morte: sono state infatti molto forti le polemiche legate alla “resurrezione” di Peter Cushing in “Rogue One: A Star Wars Story” grazie all’uso degli effetti visivi (che inoltre non avevano ancora raggiunto la qualità di questi video).

Se il secondo problema ha molti modi per essere risolto, il primo presenta delle questioni fortemente spinose. Quando la tecnologia si spinge in maniera formidabile, ci possono essere anche forti rischi ed il deepfake è di certo un buon modo per riflettere. Nel frattempo i video continuano a spopolare sul web. Come si risolverà questa situazione tanto affascinante quanto controversa?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *