Junior Cally risponde alle critiche avute a capodanno

Junior Cally giornalista omofobia capodanno

Pioggia di critiche per la star del rap, ma lui non è d’accordo.

Junior Cally è un rapper italiano, famoso non solo per i suoi testi che puntano a criticare i difetti della nostra società, ma anche perché porta una maschera e la sua identità è sconosciuta, gesto che lui compie per andare contro lo schema della fama dovuta (secondo lui) alla diffusione della privacy e all’immagine che la gente assume ad un determinato individuo senza conoscerlo sul serio.

Junior Cally critica giornalista capodanno
(Junior Cally indossa una delle sue tipiche maschere nella foto.)

Una degli elementi che il celebre cantante ha sempre denunciato è la droga. Egli è stato ospite a “Capodanno in Musica” condotto da Federica Panicucci e dopo la sua esibizione non ha rinunciato ad andare nuovamente contro le sostanze dannose, esclamando:

“Bari, fanc**o la droga, viva la fi*a per sempre!”

Nonostante i buoni propositi, la cosa non è andata giù a Federica Paninucci per il termine colorito utilizzato da Junior Cally, così appena la star è andata via, la conduttrice ha esclamato imbarazzata:

“Chiedo scusa per le parole che sono state usate, evidentemente non sono in tono con la nostra serata”.

Questa parte della trasmissione è diventata virale e numerose critiche contro il comportamento di Junior Cally sono arrivate nei social. Molta gente inoltre ha accusato il rapper di omofobia per aver citato solo la vagina e non il sesso in generale (so che la cosa è assurda ma purtroppo è vera). Dopo un articolo scritto dal giornalista Fabiano Minacci, che ha definito l’esibizione del rapper trash, il cantante ha deciso di rispondere alle critiche fatte sui social (taggando il profilo personale del giornalista):

“Auguri a tutti quanti di buon anno, un anno che abbiamo cominciato nel migliore dei modi. Tanti auguri soprattutto ai giornalisti di questo tipo che hanno definito la mia esibizione trash. Perché te la devi prendere con me, giornalista x, per le frasi utilizzate da me. Che cosa ho detto di sbagliato? Qual’è il messaggio negativo? Qual’è il messaggio trash? Perché ho detto “Fancu**o droga, viva la fi*a”? Bah. Ho letto degli articoli che dicevano “fuori dagli schemi” e la cosa che mi fa ridere è che io non mi sono sentito fuori dagli schemi, anzi, penso di aver detto le cose giuste, penso di aver mandato un bel messaggio. I ragazzi che mi seguono sanno come sono fatto, sanno chi sono e sanno il messaggio che voglio portare da un anno e mezzo ad oggi.

Si può sapere quindi perché parlate di me e non parlate della me**a che c’è in Italia e la ricopre la anni? Perché ovviamente fa comodo. Sembrate medievali. Parlate della me**a vera, non parlate del “rap trash” perché ha utilizzato frasi scomode. Chi mi conosce lo sa che mi sono battuto fin dai primi giorni contro l’ipocrisia, contro la falsità, contro il bello di facciata. Inoltre era l’una di notte, non era neanche “fascia protetta”. Tutto ciò fa ridere perché se si va su internet e si scrive “Rissa in tv” si vede che c’è me**a ogni ora sotto gli occhi di tutti, dove si parla di violenza, di tutto e di più. La violenza non è soltanto nelle parole, è anche in quello che si vede. Andate su YouTube cari giornalisti, guardate cosa la gente vede in tv alle 14.00, alle 17.00, quando vi pare.

Ho visto anche che sui social stanno criticando e attaccando la conduttrice. Mi dissocio da tutto questo perché credo che lei stesse facendo il suo lavoro come io ho fatto il mio, quindi non credo che abbia delle colpe. Comunque ribadisco il fatto del messaggio: io parlo di cose che esistono, perché la droga esiste e la gente fa finta che non esista. Nessuno parla della droga. Quando dico “fanc**o la droga, viva la fi*a” non parlo specificatamente dell’organo di riproduzione femminile, ma dico semplicemente “fate l’amore e non pensate a drogarvi.

Detto questo vi auguro un felice anno nuovo e non so se mi vedrete ancora in televisione a festeggiare capodanno, ma chi se ne frega perché ci sono i concerti in live. Nel frattempo vi consiglio di andare nel profilo del giornalista che vi ho indicato. Pensate con la vostra testa e fatevi un’idea.”

La reazione degli utenti sui social è stata assolutamente eccessiva e bisogna assolutamente farsi due domande se, con tutto quello che si vede in televisione, la gente si scandalizza per due parolacce nonostante queste abbiano fatto da contorno ad una frase che non era assolutamente sbagliata ma che invece era da lodare. Inutile poi commentare l’accusa di omofobia, dato che a quanto pare ormai bisogna specificare tutto perché altrimenti la gente vuole vedere solo le cose negative se la frase non è politicamente corretta in ogni singola parola. Tuttavia allo stesso tempo, nonostante le giustificazioni ben argomentate del rapper ed assolutamente giuste, taggare il profilo privato del giornalista Fabiano Minacci non è stata una mossa saggia, perché numerosi utenti sono andati ad insultarlo. Il giornalista, postando i commenti che la gente gli ha mandato, ha così risposto sul suo profilo Instagram:

“Junior Cally si vanta di mandare messaggi positivi ai suoi fan contro la droga, quando però gli ho fatto notare che i suoi stessi fan mi stavano offendendo con commenti omofobi e gli ho chiesto di fare una storia per fermare questa ondata di odio nei miei confronti, perché l’omofobia uccide proprio come la droga. Lui mi ha risposto che devo cambiare lavoro se non voglio critiche. Non mi sembra quindi scorretto dire che Junior Cally non condanna l’omofobia dei suoi fan nonostante ne sia al corrente.”

Sono arrivate di conseguenza altre critiche a Junior Cally che ha risposto di nuovo sul suo profilo Instagram:

“Ora mi hai proprio ca**o il c***o. Non ti taggo perché fino a ieri neanche i tuoi parenti sapevano della tua esistenza quindi basta tag, tanto si sa che sto parlando di te. Mi stai dando dell’omofobo, mi stai dicendo che non attacco i miei fan con un messaggio giusto dicendogli di smettere di commentare sotto la tua foto.

Quando mi hai inviato un messaggio privato ringraziandomi sarcasticamente dei commenti che ti sono arrivati io ti ho semplicemente detto “è colpa mia? Te li ho scritti io quei commenti? Pensi che a me non è arrivata la me**a quando hai scritto quell’articolo? Che non mi sia arrivato niente? Non è così.” Inoltre io ti ho poi chiesto se hai visto la mia esibizione. Perché fai così? Tu non sai nulla sul mio percorso personale e artistico. Io sono per l’amore universale e nel videoclip della mia canzone “Valzer” ci sono pure due ragazze che si baciano, quindi siamo fuori strada se dai dell’omofobo a me. E tu sai cosa mi hai risposto? Mi hai detto che non hai visto la mia esibizione e non sai chi sono. Non sai chi sono e scrivi comunque un articolo del genere su di me? Allora cambia lavoro, perché lo fai di me**a! Non sai chi sono, non hai mai visto i miei videoclip, non hai mai sentito una mia canzone, non hai neanche visto l’esibizione di capodanno e scrivi “Abbiamo avuto la nostra dose di trash”? Ma vaffa**o.

Comunque do un consiglio a tutti quanti: se dovete insultare qualcuno che vi fa inca***e insultatelo per ciò che ha fatto per farvi arrabbiare e non andate sul personale perché non c’entra nulla. Ognuno vive la sua vita come vuole.”

Il cantante ha quindi incitato i suoi fan a non essere esagerati, proprio come voleva il giornalista… ma non ha avuto pietà (con motivi più che giustificati) verso quest’ultimo. In ogni caso la faccenda sembra definitivamente finita.

 

I commenti sono chiusi