Synergo ed i giocattoli brutti

Synergo

Mario Palladino (in arte Synergo) è una delle webstar più apprezzate su YouTube Italia quando si tratta di trattare argomenti cinematografici: il suo canale infatti conta circa 231.000 iscritti.

Tuttavia, per quanto il suo canale parli genericamente di cinema, il celebre youtuber lo ha anche usato per parlare di cose diverse che a volte trattano persino sul personale, sia perché a volte è una sorta di sfogo e sia perché Mario adora stuzzicare la curiosità dei suoi fan.

La nota webstar ha infatti inaugurato una nuova rubrica sul suo canale e si chiama”Giocattoli Brutti“. Una delle passioni più note di Mario Palladino è quella riguardante i film fatti male in maniera talmente improbabile da far morire dalle risate, ma nessuno sapeva che fosse anche un amante dei giocattoli realizzati con una cura pessima.

La nuova rubrica infatti vedrà Mario scartare delle scatole contenenti questi giocattoli e valutare questi ultimi evidenziando tutta la loro bruttezza senza però evitare di contare i pochi lati positivi (nel caso ci siano) che lui avrebbe potuto apprezzare da bambino.

Il primo video uscito ieri sul canale è stato particolarmente godibile: la prima cosa da apprezzare sono indubbiamente le inquadrature realizzate dallo youtuber, il quale ci tiene sempre ad avere una qualità visiva ottima anche quando si tratta delle cose più semplici possibili.

La seconda cosa da apprezzare invece sono le reazioni spontanee di Mario e la sua splendida ironia le quali, unite alla curiosità per la brutta qualità di questi giocattoli, rendono il video piacevole quanto lo erano le vecchie recensioni di Karim Musa (in arte Yotobi), escludendo ovviamente il lato tecnico di cui questo video è superiore.

Ancora una volta quindi Mario Palladdino è riuscito a divertire e ad incuriosire lo spettatore con un argomento molto semplice che risulta comunque originale per gli standard di YouTube Italia e che viene trattato in maniera sublime attraverso un’ottima ironia. Non vediamo l’ora di vedere il prossimo episodio.

 

Per rimanere aggiornato su tutti gli articoli e tutte le interviste che scriviamo sul sito, scarica l’app.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *