James Rolfe ha raggiunto i 3 milioni di iscritti!

Un altro grande traguardo raggiunto dalla celebre webstar!

James Duncan Rolfe è considerato il più importante pioniere di YouTube: nel 2005 infatti, creando il personaggio dell’Angry Video Game Nerd, è stato in assoluto la prima persona a realizzare dei video comici estremamente creativi sulla piattaforma.

I suoi primi video infatti consistevano in recensioni negative di videogiochi vecchi aventi un’impostazione comica, un montaggio preciso ed una regia che permetteva l’utilizzo di scene molto strampalate e creative (divenne per esempio molto celebre il suo scontro con Jason nella recensione di “Venerdì 13“).

James Rolfe 3 Million subscribers
(James Duncan Rolfe nella foto)

L’Angry Video Game Nerd divenne un personaggio amatissimo dal pubblico che rideva per la comicità estremamente volgare e si divertiva nel vedere scene estremamente bizzarre per un prodotto di questo tipo (nemmeno in televisione si erano ancora viste recensioni di tale genere).

Il successo di questa figura fu determinante: le altissime visualizzazioni e l’amore dei fan ispirò numerosi altre persone, sia americane (per esempio Doug Jones, in arte Nostaglia Critic) che non (per esempio Karim Musa, in arte Yotobi) a realizzare numerosi video comici con un’impronta precisa.

Da tutto questo è nato così il concetto di creator su YouTube, quindi è impossibile non definire James Rolfe come il pioniere assoluto di tutta la community di questa importantissima piattaforma.

Tuttavia James non è stato affatto dimenticato: il celebre youtuber non solo continua ad avere successo utilizzando il personaggio dell’Angry Video Game Nerd, ma è anche un constante creatore di dibattiti cinematografici, cortometraggi e numerosi progetti ambiziosi.

Angry Video Game Nerd Movie
(Il poster di “Angry Video Game Nerd: The Movie“, il primo film cinematografico in assoluto ad essere scritto, diretto ed interpretato da uno youtuber.)

Dopo tantissimo tempo finalmente anche il canale di questo iconico comico e regista (avente il nome di “Cinemassacre“) ha superato la cifra dei 3 milioni di iscritti! Un traguardo importantissimo che continua a confermare la sua incredibile importanza e la sua forza sul web.

Dopo tutti questi anni James Rolfe infatti non vuole abbandonare la sua attività su YouTube alla quale deve tutto: infatti ha promesso l’arrivo di molti altri progetti importanti che è pronto a condividere al suo pubblico. Di certo noi non vediamo l’ora!

Nel caso vogliate vedere i suoi episodi dell’Angry Video Game Nerd, vi avviso che la maggior parte di essi hanno i sottotitoli in italiano nel canale principale, ma nel caso non vi piacciano potete cliccare qui per vedere una traduzione italiana ancora più precisa. Per quanto riguarda gli altri video essi non hanno ricevuto traduzione.

 

 

Simone Santoro non carica più video

Ecco spiegato il perché.

Simone Santoro (in arte YouTube Fa Cagare) è considerato una delle webstar più controverse di YouTube Italia, ma da sempre i suoi contenuti hanno delle argomentazioni molto interessanti che lo rendono così seguito: il suo canale infatti conta circa 647.000 iscritti.

Tuttavia, nonostante la popolarità, Simone ha avuto dei fortissimi problemi con YouTube e questi ultimi sembrano talmente grossi che ha perso completamente la voglia di caricare nuovi video sul suo canale.

Negli ultimi tempi finalmente il celebre youtuber ha svelato quale sia il nocciolo della questione: a quanto pare la demonetizzazione dei suoi video sta diventando fin troppo frequente anche quando cerca di renderli “Family Friendly”.

Simone ha aggiunto che il problema principale non è il non ricevere soldi, perché per fortuna Twitch è comunque diventato un’ottima fonte di sostentamento per lui, ma sopratutto il fatto che la demonetizzazione diminuisce anche enormemente la diffusione dei video che non finiscono tra i consigliati.

Se infatti i video entrassero tra i consigliati, la famosa webstar non si lamenterebbe e li farebbe uscire comunque, perché la loro diffusione garantirebbero una minima crescita del canale, ma a quanto pare neanche questo è possibile.

Per questo, fino a quando YouTube non diventerà più chiaro per quanto riguarda ciò che lui può fare o non può fare con la demonetizzazione, Simone Santoro caricherà video sul canale principale in maniera molto meno frequente di prima.

 

Per rimanere aggiornato su tutti gli articoli e tutte le interviste che scriviamo sul sito, scarica l’app.

Dario Moccia realizzerà un seminario sull’animazione?

L’interesse c’è di certo.

Dario Moccia, youtuber avente un canale da circa 268.000 iscritti, è la persona sul web più famosa quando si tratta di approfondire in maniera molto dettagliata dei discorsi sul mondo dell’animazione.

La sua fama ed il rispetto per la qualità dei contenuti sono diventati talmente grandi che Dario è finito a lavorare per delle riviste importanti del settore (tipo “Best Movie”), pur non abbandonando mai YouTube.

Adesso l’ultima importante novità riguardante la celebre webstar è che hanno deciso di proporre a quest’ultima di realizzare un seminario sulla storia dell’animazione a Roma!

Dario Moccia ha comunque detto che si tratta di un progetto ancora in stato embrionale ma dovrebbe aggirarsi sulle 50 ore tra i mesi Settembre e Dicembre e che il costo è ancora da definire.

Essendo il progetto alle prime fasi, non è detto che il famoso youtuber realizzerà tutto ciò e per ora ha chiesto il parere anche al pubblico che lo segue. Molte reazioni sono state entusiaste. Il seminario verrà realizzato? Non ci resta che attendere per scoprirlo!

 

Per rimanere aggiornato su tutti gli articoli e tutte le interviste che scriviamo sul sito, scarica l’app.

Breaking Italy reagisce ai virus con la sua immagine

Il celebre youtuber è pronto all’attacco.

Come avevamo spiegato in questo articolo, qualcuno ha preso l’immagine di Alessandro Massala (in arte Breaking Italy), webstar avente un canale da oltre mezzo milione di iscritti, e l’ha utilizzata per realizzare delle truffe online attraverso dei virus.

Prima che lo youtuber venisse a saperlo non sarebbe passato troppo tempo ed ha infatti detto la sua sulla faccenda dopo che diversi fan gli hanno mandato le immagini incriminate:

“Alcuni di voi iniziano a segnalarmi questa cosa qui: in pratica la mia faccia e il mio nome vengono utilizzati per promuovere qualche sorta di truffa online. Chi sono questi? Sto pensando di andare dall’avvocato con l’obbiettivo di diventare davvero milionario.”

Alessandro Massala quindi è pronto a realizzare un’azione legale contro queste persone. Per quanto sia facile dimostrare che lui abbia ragione, è invece difficile trovare i colpevoli dato che il web è molto vasto. Riuscirà a vincere? Non ci resta che attendere per scoprirlo.

Per rimanere aggiornato su tutti gli articoli e tutte le interviste che scriviamo sul sito, scarica l’app.

La recensione del 6° episodio di “Mio Fratello è Scemo 2”

Un divertentissimo misto tra ironica realtà ed assurda demenzialità.

Ancora una volta Michael Righini e Matteo Carbone si sono distinti su YouTube: il quinto episodio di “Mio Fratello è Scemo” ha infatti totalizzato circa 283.000 visualizzazioni ed i commenti hanno continuato ad essere sempre molto positivi.

La webserie, ideata sia da Matteo Carbone che da Michael Righini (quest’ultimo si occupa anche della regia), si presenta con questa trama:  “Michael (interpretato da Michael Righini) convive da tempo con suo fratello minore Matt (interpretato da Matteo Carbone), ma quest’ultimo si prende sempre diverse libertà tra sesso con prostitute, spaccio di droga e attività da criminale che per lui sono attività normalissime. Michael quindi è disperato perché mentre sta cercando di vivere la sua vita in santa pace insieme alla sua ragazza (interpretata da Elisa Marchisoni) che man mano regge sempre di meno il tutto, suo fratello riesce a renderla un vero e proprio inferno nonostante ci metta tutto l’affetto possibile. Riuscirà Michael a resistere? Perché più passa il tempo più diventa disperato…”

L’ultimo episodio (che ho recensito qui) ha ricordato enormemente l’inizio della prima stagione della webserie, puntando su sketch fortemente demenziali, ma mantenendo comunque l’aria che ormai si respira nella seconda stagione e quindi continuando ad avere degli spunti narrativi che collegano le situazioni da un episodio all’altro e riescono ad emozionare molto. Il finale ha addirittura avuto un finale aperto, cosa che non era mai capitata prima. Come sarà proseguito il tutto grazie a questa nuova puntata? Scopriamolo.

Mio Fratello è Scemo Michael Righini Matteo Carbone
(Michael in una scena della puntata)

Dal punto di vista registico l’episodio si rivela essere uno di quelli più riusciti: Michael Righini ed Enrico Vezzù utilizzano più scatti nei movimenti da macchina da presa per aumentare il tocco ironico delle situazioni estreme, senza rinunciare all’utilizzo di alcuni primi piani molto efficaci. Davvero bella una scena realizzata al rallentatore che è fortemente ispirata alla primissima apparizione di Cindy nella webserie “Come Mi Sono Innamorato di Te” scritta e diretta dallo stesso Michael Righini (la musica utilizzata è persino la stessa), con la differenza che quella utilizzata in questo episodio è molto più elaborata sia nella varietà delle inquadrature che nei movimenti di macchina.

Dal punto di vista recitativo Matteo Carbone riesce a dare sempre più intensità nelle scene drammatiche (senza ovviamente rinunciare ai tocchi comici), mentre Michael Righini qui dà una delle sue migliori prove comiche di sempre. Invece Michela Riganelli (che interpreta un nuovo personaggio che tratterrò più avanti) dovrebbe migliorare le sue espressioni facciali, mentre per quanto riguarda la modulazione della voce è davvero molto convincente e naturale.

Michael Zimotti (che interpreta Igor), pur non essendo un attore professionista, è calato di più nel ruolo del personaggio ed è migliorato, mentre Elisa Marchisoni… beh, per commentare la performance di quest’ultima occorre fare spoiler, quindi adesso tratterrò della sceneggiatura. A chiunque non abbia visto l’episodio consiglio di precipitarsi per poi tornare a leggere la recensione.

SPOILER

La puntata inizia ricollegandosi immediatamente a quella precedente: Michael aspetta che Elisa risponda alla sua richiesta del tornare finalmente insieme, ma lei tace. Michael torna a casa deluso e suo fratello decide di aiutarlo: Matt ha infatti organizzato un appuntamento tra Michael ed una ragazza totalmente sconosciuta. Michael non vuole ma Matt lo costringe ad andare. Riuscirà questa nuova fiamma a riempire il vuoto di Michael?

La prima scena mostra Michael che, una volta tornato a casa dopo la delusione di Elisa, ascolta un’incredibile sfuriata di Matt. Quest’ultimo infatti commenta quanto sia strano il fatto che Elisa provi dei sentimenti ma che allo stesso tempo non voglia tornare insieme a Michael.

Mio Fratello è Scemo Matteo Carbone Michael Righini
(Matt in una scena dell’episodio)

E poi danno a me del matto in questa casa” è una frase pronunciata da Matt stesso ed esprime la sua incredulità verso le azioni umane: Matt infatti è un uomo che non ragiona spesso, ma sa che la cosa principale che fa andare avanti lui ed il mondo intero è l’emozione che si prova con gli altri. Come è possibile quindi che uno possa provare qualcosa di così forte e lasciarla andare via? Questa è una cosa che Matt non capirà mai (e come ho già detto, grande prova recitativa di Matteo Carbone durante la scena).

Nel capitolo successivo Michael è sorpreso: Matt infatti, attraverso un’applicazione del cellulare, ha organizzato a suo fratello un appuntamento con una ragazza di cui nessuno dei due conosce il volto. Inizialmente Michael è arrabbiato, ma l’insistenza di Matt che continua a fargli presente che ormai con Elisa non ci sono più speranze, è talmente forte da convincerlo almeno a provare.

Da questa scena si capisce quanto Matt tenga a Michael e mostra come lui cerchi spesso di combattere contro i colpi della vita mostrando alle persone che gli sono attorno che è possibile andare avanti nonostante tutto, forse perché Matt è talmente abituato a risolvere tutti i problemi che crea che forse ha capito come combattere determinate situazioni. Attraverso tutto ciò è evidente il perché Michael, anche se non lo ammette spesso, abbia bisogno di Matt, poiché è spesso la persona con più forza d’amore in tutta la casa. Il continuo contrasto tra Michael e Matt che però diventa un’unione: ragionamento ed emozioni, un perfetto connubio.

Tuttavia Michael è profondamente scettico: nonostante i consigli di Matt, è sicuro che l’applicazione attiri solamente delle ragazze che ricorrono a queste ultime solamente perché, a causa del loro aspetto, non riuscirebbero mai ad acchiappare un uomo. Ed invece, contro ogni aspettativa di Michael, Michela, che sarebbe la ragazza che incontra (e che è interpretata da Michela Riganelli) è bellissima.

Michela Mio Fratello è Scemo
(Michela in una scena della puntata)

Attraverso questa scena il duo vuole dimostrare come la tecnologia non sia per forza un male quando si tratta dell’utilizzo dei sentimenti e se sfruttata nel modo giusto potrebbe portare a degli incontri molto piacevoli. Michael, essendo profondamente colpito dal suo aspetto, prova anche una curiosità nel conoscerla e non si dimostra dispiaciuto dalla sua presenza.  Michela inoltre prova la stessa sensazione nei confronti di Michael.

Tuttavia, mentre i due stanno parlando, improvvisamente interviene Matt: egli comincia ad inventare un sacco di storie su Michael dicendo che suo fratello ha salvato un sacco di persone da numerose catastrofi per cercare di dare a Michela una grande impressione su Michael. Quest’ultimo rimane molto imbarazzato dalla cosa, dato che l’azione di Matt non è molto necessaria, ma quest’ultimo continua ad attuare il suo piano fino a quando finalmente non se ne va.

La scena appena descritta è terribilmente divertente, perché Matt tende sempre ed esagerare, ma le sue azioni somigliano così tanto ai goffi tentativi che spesso le persone fanno per aiutare gli amici nella realtà che è impossibile non immedesimarsi nell’imbarazzo di Michael (grande prova di Michael Righini durante questo momento) e ridere come un pazzo. Inoltre tutto ciò dimostra nuovamente l’enorme affetto che Matt prova per suo fratello.

In un nuovo sketch successivo vediamo Michael sorprendere Igor e Matt a combinare un’altra delle loro. Stavolta però Matt ha una giustificazione: lui ed Igor hanno aperto un’agenzia di rapimenti legale che vede la collaborazione tra il dinamico duo ed i clienti per rapire questi ultimi, in modo che essi possano mancare alle persone a loro care con cui hanno litigato in passato e, in seguito alla fine di questa brutta situazione architettata da Matt e Igor, possano riappacificarsi.

Michael Righini Matteo Carbone Mio Fratello è Scemo
(Michael in una scena dell’episodio)

Stavolta Michel rimane enormemente sorpreso dall’idea di Matt, perché essa appare enormemente buona e non crea alcun rischio. Matt è assolutamente deliziato nel sentire Michael approvare una sua scelta, perché è una cosa che non capita quasi mai e quindi comincia immediatamente a vantarsi. Michael tuttavia non sopporta questo pavoneggiare di Matt e gli ricorda immediatamente tutti i disastri che ha causato in precedenza senza risparmiarsi di insultarlo.

Per quanto sia comprensibile che Michael abbia dei dissapori con Matt, la scena stavolta poteva essere decisamente meno acida: la risposta brusca di Michael piuttosto che fare ridere rende il personaggio totalmente antipatico, perché cancella quell’unica volta che Matt può finalmente ricevere dei complimenti e non degli insulti, mentre nel settimo episodio della prima stagione (che ho recensito qui) una cosa simile era stata presa in maniera molto più coerente e realistica, dato che Matt subito dopo delle ottime esclamazioni aveva fatto un altro disastro, mentre in questo episodio la risposta di Michael sembra solo un attacco gratuito.

Nel finale si vede Elisa aggirarsi vicino alla casa di Michael: avrà forse avuto un ripensamento? Questo tuttavia non si può ancora sapere, perché poco prima che lei possa scendere dalla macchina, vede Michael e Michela camminare insieme e si vede apparentemente un buon feeling tra loro. Elisa rimane scioccata da questa cosa e per questo resta in macchina a riflettere su quello che sta guardando.

Elisa Mio Fratello è Scemo
(Elisa in una scena della puntata)

Attraverso questa scena completamente silenziosa, Elisa Marchisoni realizza la sua performance drammatica migliore in tutta la webserie: il suo sguardo infatti, a differenza dell’episodio precedente in cui quest’ultimo appariva un po’ spento, riflette enormemente un forte misto tra delusione e paura ed emoziona enormemente lo spettatore (inoltre è ripreso attraverso un ottimo primo piano). Michael si sta finalmente riprendendo, ma questa ripresa avverrà con Elisa o con Michela?

Infine la scelta di concludere l’episodio con una scena del genere è quasi completamente uguale a quella della scorsa puntata, confermando la voglia da parte dei due autori di lasciare sempre una forte ansia allo spettatore e di mettergli curiosità nel vedere quello che succederà nella puntata successiva, aumentando quindi anche la longevità dell’appeal del pubblico verso questo progetto.

FINE SPOILER

Michael Righini e Matteo Carbone hanno nuovamente confermato una puntata di “Mio Fratello è Scemo” come uno dei migliori video in circolazione su YouTube Italia. La forma della webserie si sta trasformando sempre di più in una serie romantica scritta come si deve, creando quello che sarebbe potuto “Come Mi Sono Innamorato di Te” ma con una forte dose di originalità in più.

Riuscirà la webserie a mantenere questo ritmo? Di certo la sfida si sta facendo sempre più difficile, ma per ora il dinamico duo non ha mai deluso in una sola puntata. La curiosità è ancora molta ed ogni episodio è sempre più atteso. Questo dimostra quanto la creatività, se non viene mai limitata, possa essere sempre essere la fonte principale della qualità, che si parli di commedia o di dramma.

 

Per rimanere aggiornato su tutti gli articoli e tutte le interviste che scriviamo sul sito, scarica l’app.

 

Provare il make-up su YouTube con la realtà aumentata

La piattaforma ne escogita un’altra.

I video di make-up sono in assoluto tra i video di punta su YouTube, dato che sono risultati e continuano a risultare davvero utili e divertenti per il pubblico femminile. Tra i nuovi aggiornamenti YouTube ha cercato di rendere migliore anche l’esperienza riguardo questo tipo di video e sembra che ci sia riuscito.

La piattaforma ha infatti aggiunto l’applicazione “AR Beauty Try-On” che permette come un prodotto testato in un video degli youtuber possa risultare sulla faccia di un iscritto o anche di un semplice spettatore attraverso la realtà aumentata.

Questa applicazione sembra molto simile alle applicazioni riguardanti le modifiche del viso su piattaforme come Snapchat, con la differenza che questa ha non solo lo scopo di divertire, ma anche di mostrare un ipotetico aspetto di una persona con un trattamento di bellezza nella maniera più realistica possibile.

L’applicazione, per ora disponibile solamente sui dispositivi mobili, ha raggiunto in poco tempo il 30% dell’utenza che ha rilasciato commenti molto positivi. Sicuramente tutto ciò è un buon inizio, ma aumenterà l’impatto? Non ci resta che attendere per scoprirlo.

 

Per rimanere aggiornato su tutti gli articoli e tutte le interviste che scriviamo sul sito, scarica l’app.

Sfruttata l’immagine di Breaking Italy da alcuni virus!

Un’incredibile (e sgradita) sorpresa.

Su Internet spesso girano dei virus che possono creare grossi problemi al computer anche gravi. Spesso al virus viene dato l’aspetto di una normale notifica con una foto ed una frase accattivante (come per esempio “Hai vinto un Iphone” o “Guadagna tanti soldi in poco tempo“) per ingannare lo spettatore che, ignaro, potrebbe cliccare.

Uno degli elementi che ultimamente è tra i più utilizzati dalle false notifiche è il far finta che una persona qualunque abbia guadagnato e continui a guadagnare tantissimo stando solo seduto su una poltrona. Spesso la foto utilizzata da chi realizza questi virus è quella di una persona qualunque, ma qualcuno ha deciso di scegliere come soggetto della truffa la foto di Alessandro Masala, lo youtuber avente un canale da più di mezzo milione di iscritti e conosciuto come “Breaking Italy“!

Breaking Italy
(Il virus travestito da notifica con il viso ed il nome dello youtuber nella foto)

A quanto pare la persona che ha realizzato questa iniziativa non deve essere molto furba se ha scelto un volto estremamente noto sul web italiano. La diffusione del virus è partita da poco e sembra che la celebre webstar non sia ancora venuta a conoscenza di questo scherzo bizzarro ma molto cattivo. Chissà come la prenderà?

 

Per rimanere aggiornato su tutti gli articoli e tutte le interviste che scriviamo sul sito, scarica l’app.

Matt e Bise cancellano il gruppo Telegram per foto porno

I due sono indignati e con una ragione più che buona.

Matt e Bise sono tra gli youtuber più famosi d’Italia: il loro canale infatti conta circa 2 milioni e 333.000 iscritti. Una delle ultime iniziative del celebre duo è stata quella di aprire un gruppo Telegram per cercare di stabilire un contatto maggiore, per quanto possibile, con il loro pubblico.

Tuttavia l’azione delle webstar è immediatamente dovuta finire a causa di un’inaspettata risposta da parte del pubblico più “maturo”: diverse persone adulte infatti si sono iscritte al gruppo ed hanno mandato in esso messaggi con insulti e bestemmie, senza contare inoltre le innumerevoli foto aventi come soggetti la pornografia, il terrorismo, la morte ed altre cose molto disturbanti.

Se già questa è un’azione vergognosa, a rendere molto più grave il tutto è il fatto che un’ampia fetta del pubblico di Matt e Bise sia formata da bambini e per questo numerosi di questi che si sono iscritti nel gruppo non hanno potuto evitare di dare un’occhiata all’orrendo spettacolo.

Appena saputo questa cosa il duo ha immediatamente chiuso il gruppo ed ha espresso immediatamente tutta l’irritazione che ha provato:

“Tu che hai mandato la foto del tuo pene in una chat in cui eri consapevole che era pieno di ragazzini nostri fan, come ti senti se non un uomo di mer**a? Senza parlare di tutti i vocali, le bestemmie, insulti ai napoletani, gente morta, video di attentati, video porno…

Ci scusiamo noi per loro perché essendo seguiti da un pubblico così giovane, noi abbiamo la responsabilità di ciò che accade sui nostri social. L’idea era quella di creare un gruppo dove chattare insieme, ma purtroppo esistono le teste di c***o.

Abbiamo tolto un utente alla volta perché il gruppo può essere cancellato solo se non c’è nessuno dentro. Già il tutto è una cosa lentissima… e l’abbiamo fatto in aereo! Abbiamo provato a farlo il più velocemente possibile, ma volando è davvero una cosa improponibile.

Mentre aspettavamo che tornasse il wi-fi il nostri pensiero andava a tutti i fan piccoli che NOI STESSI avevamo invitato ad unirsi alla chat e che si sono ritrovati queste immagini. Andate a fan***o.”

Non solo quindi la situazione è stata dura, ma anche le pessime circostanze hanno fatto in modo che tutto durasse in un tempo più lungo di quello che già da solo era insopportabile. Quella di Matt e Bise è stata in assoluto una delle situazioni peggiori che abbiano mai visto come protagonisti gli youtuber ed I loro iscritti. È mai possibile che le persone non possono sfogarsi se non ai danni di qualcun altro?

Per rimanere aggiornato su tutti gli articoli e tutte le interviste che scriviamo sul sito, scarica l’app.

YouTube è contro i video razzisti ma ci sono dei problemi

Lo scopo è ammirevole, ma l’algoritmo un po’ meno…

La piattaforma di YouTube è decisa a migliorare la tutela dei suoi utenti e vuole evitare che qualcuno sfrutti dei canali per diffondere idee razziste, naziste o con qualunque altra forma di immoralità. Proprio per questo la piattaforma ha realizzato degli aggiornamenti e di conseguenza ha fatto un annuncio:

“Oggi facciamo un nuovo passo avanti nella nostra policy contro l’odio in rete con la proibizione specifica di tutti quei video nei quali si asserisce che un gruppo è superiore ad altri con l’obiettivo di giustificare discriminazione, segregazione o esclusione basate su attributi come l’età, il sesso, la razza, la classe sociale, la religione, l’orientazione sessuale o stato di veterano.

Questo potrebbe includere, per esempio, video che promuovono la glorificazione dell’ideologia nazista, che è intrinsecamente discriminatoria. Inoltre, rimuoveremo contenuti che negano che eventi violenti documentati, come l’Olocausto o la sparatoria della scuola Sandy Hook Elementary, siano realmente avvenuti.”

Se alla base l’obiettivo che vuole raggiungere la piattaforma è lodevole, il modo in cui tuttavia sta gestendo il tutto lascia un po’ a desiderare. Per risolvere il problema YouTube infatti ha inevitabilmente scelto di nuovo le funzioni automatiche realizzate dal suo algoritmo che a quanto pare non si stanno dimostrando molto affidabili.

Uno dei primi problemi è risultato con il canale di Scott Alsop (in arte Mr. Allsop History) che è stato chiuso poco tempo dopo il rilascio dell’algoritmo, quando quest’ultimo non è altro che un canale che tratta la storia degli ultimi 1000 anni e pochissimi video sono dedicati al Nazismo (che nemmeno viene inneggiato).

Scott Alsop si è espresso estremamente dispiaciuto dell’accaduto:

“YouTube mi ha bandito per “discorsi di incitamento all’odio“, penso a causa dei filmati sulla politica nazista che propongono discorsi di propaganda da parte dei leader nazisti. Sono frustrato nel ricevere questa affermazione contro di me, ed ancora di più pensando che oltre 15 ore di materiale creati per la comunità #HistoryTeacher siano finiti così bruscamente.”

Scott Alsop non è stato tuttavia l’unica vittima: numerosi giornalisti, ricercatori ed insegnanti hanno infatti protestato contro la politica di YouTube gestita in questa maniera e che ha visto la cancellazione di diversi video, compresi paradossalmente anche quelli che erano proprio contro i contenuti che la piattaforma cerca di debellare (tra cui il canale ufficiale del Centro di Studi sull’Odio e sull’Estremismo della California State University).

È vero che YouTube non può umanamente occuparsi personalmente di tutti i video caricati, ma è anche vero che se i risultati devono sempre essere questi è anche ora che vengano cercati dei provvedimenti che siano alternativi all’algoritmo, perché altrimenti non si potranno mai ottenere degli ottimi risultati. Le persone ai piani alti della piattaforma hanno ammesso di essere ancora lontani e che i provvedimenti sono sempre difficili (specialmente all’inizio). Come andrà a finire il tutto?

 

Per rimanere aggiornato su tutti gli articoli e tutte le interviste che scriviamo sul sito, scarica l’app.

“Cerbero Podcast” chiude ma gli youtuber contrattaccano

Cerbero Podcast” è il canale di YouTube ufficiale in cui vengono caricate le live realizzate su Twitch da Simone Santoro (in arte YouTube Fa Cagare) e da Davide Marra (in arte Mr. Marra), compresi dei simpatici montaggi che magari racchiudono i momenti più divertenti delle live.

Il canale ha raggiunto circa 22.000 iscritti ed ha ottenuto ogni mese sempre più visualizzazioni, ma una volta che YouTube lo ha inspiegabilmente privato della monetizzazione le due webstar hanno deciso, dopo un po’ di tempo, di chiuderlo.

Tuttavia questo non vuol dire che non ci saranno più le live caricate su YouTube: Simone e Davide hanno infatti immediatamente aperto un secondo canale omonimo, mentre quello originale ha cambiato nome in “Cerbero Podcast ARCHIVIO“.

Le due web-star hanno infatti scelto questo nome perché tutti i video caricati nel canale precedente non verranno cancellati ed inoltre ogni tanto verranno caricati dei video extra di cui ancora non conosciamo il contenuto. Che il celebre duo voglia dedicare ai fan delle sorprese? Aspettiamo e vediamo.

 

Per rimanere aggiornato su tutti gli articoli e tutte le interviste che scriviamo sul sito, scarica l’app.