Maurizio Merluzzo parla dei live action Disney

Disney live action

Il celebre doppiatore ha espresso la sua.

A Maurizio Merluzzo, doppiatore e youtuber avente un canale da oltre mezzo milione di iscritti, è stato chiesto se preferisce di più i classici d’animazione della Disney oppure i loro remake live action e lui ha immediatamente risposto:

Non ho una preferenza. Sicuramente se continuano a rifare i live action dei film d’animazione che ho visto da ragazzo, uno può dire “Che bello, vado a vedere il live action di quel film”… però che facciano qualcosa di nuovo.

I film d’animazione della Disney erano belli perché erano una novità oltre ad avere un valore artistico. Ogni uscita, che fosse “Alladin”, “Il Re Leone” o “Hercules”, era vista come il nuovo film Disney, il nuovo capolavoro Disney.

Il pensiero che i cartoni siano per bambini è sempre stato un pensiero di massa che ogni volta è stato smentito dalla Disney, la quale introduceva nelle sue opere temi come l’immaginazione, il rispetto, il razzismo. Parlavano di tutto ed hanno sempre avuto un valore culturale perché regalavano emozioni.

Sinceramente a me l’idea di questi live action non fa impazzire. Per carità, anche a me piacerebbe prendere un vecchio film con effetti speciali che all’epoca erano validi ma che adesso appaiono scrausi e rifarlo adesso… però questo non vuol dire che devi rifare tutto quello che è già stato fatto.

Sembra che la Disney abbia scelto un target preciso per questi live action, perché se notate la maggior parte dei film che stanno ricreando appartengono ai tempi che vanno dagli anni 90 in poi. Prima sceglievano i film fatti per quella generazione ed ora si stanno concentrando sempre su quest’ultima.

Perché le generazioni nuove non devono avere i loro film d’animazione? Sicuramente loro ne hanno diversi come “Frozen” e “Ralph Spaccatutto”, ma se devi rifare “Il Re Leone” o “La Sirenetta” lo fai per quelli che da bambini li hanno visti ed ora hanno i figli… ma questi genitori ai loro figli possono benissimo far vedere i cartoni con cui sono cresciuti, non c’è bisogno di rifare un altro film con la stessa storia… perché appunto esiste già.”

Per il celebre doppiatore quindi la realizzazione della maggior parte di questi live action non è assolutamente necessaria, poiché la nuova generazione può benissimo guardare ancora i film già esistenti per essere incantati senza bisogno della nascita di pellicole uguali. Voi siete d’accordo con lui?

Per rimanere aggiornato su tutte le news, tutte le recensioni e tutte le interviste riguardanti il mondo di YouTube che scriviamo sul sito, scarica l’app.

Commenti