CiccioGamer89 risponde alla frecciata di Favij

cicciogamer risponde alle critiche di favij

Nel video caricato il 24 Novembre da Lorenzo Ostuni, conosciuto sul web come Favij, intitolato “Ormai sono finito” (e da me positivamente accolto), il noto gamer ha lanciato una frecciata a Mirko Alessandrini, conosciuto sul web come CiccioGamer89, sostenendo che quest’ultimo abbia sparato delle stupidaggini sul suo conto. Alcuni hanno pensato che Lorenzo Ostuni si sia riferito alle parole pronunciate su chi ha realizzato i video riguardo #SaveYourInternet mentre molti altri, compreso lo stesso Alessandrini, hanno pensato che si sia riferito invece alle sue recenti dichiarazioni (rilasciate durante un’intervista fatta da POW3) riguardo il fatto che, secondo Mirko Alessandrini, il noto gamer abbia superato Lorenzo Ostuni in fatto di popolarità. In seguito ai numerosi attacchi dell’utenza, Mirko Alessandrini ha fatto delle dichiarazioni tramite video caricati sul suo account Instagram (che potete vedere qui) la sera di Domenica 25 Novembre:

“Non mi va di fare un video sul mio canale, anche se lo vorrei fare ma non voglio dare troppa importanza a queste cose: avete detto che sono arrogantissimo perché ho detto che gli iscritti non contano più, sembra che io abbia fatto chissà cosa a Favij…. ma io ho detto semplicemente le cose come stanno, perché gli iscritti attualmente non contano più niente. Questo vuol dire che anche i miei iscritti non contano niente, perché io sto parlando di numeri: è molto più bello vedere un canale da 100.000 iscritti che fa 60.000 visite che un canale da 2 milioni e 800.000 che ne fa 300.000 come il mio. Quindi invece di lamentarsi di queste pu****te si potrebbe anche oltrepassare, ma ci sono youtuber e youtuber. Io un giorno dissi che il mio obiettivo era superare Gabbo. Gabbo mi disse “Va bene, ti do filo da torcere.” Questo è un tipo di youtuber, mentre se io dichiaro in un’intervista che secondo me sono diventato più famoso di Favij (e questo non vuol dire che sono migliore di lui) e la risposta è mandare gente contro di me, tutto ciò fa capire che ci sono due tipi di persone: quello che accetta la sfida e rilancia per fare un giochetto carino e chi si lamenta invece mandandomi addosso la sua utenza formata da un pubblico di ragazzini. Anche io ho un’utenza tale ed è un’utenza molto più malleabile che, appena dici una ca***ta, non capisce e subito attacca. Su YouTube abbiamo una fascia di utenza molto elevata, ma sono i più piccoli che non capiscono e che spesso fanno delle guerre inutili. A me dicono che sono andato contro Favij, ma ciò non è vero e per giunta io lo rispetto tantissimo come lavoratore, per quello che ha creato, per quello che è stato e per quello che sarà. A me dispiace sentire queste cose, perché non è quello che cerco e voi capite solo quello che vi va di capire, perché tutti i complimenti che ho fatto a determinate persone sono stati completamente ignorati. Ormai ho capito come funziona YouTube, ma sinceramente da utenti così grandi mi aspetterei un’intelligenza differente. Apprezzo molto di più la sfida divertente che mi aveva lanciato Gabbo piuttosto che quello che sta facendo Favij. Ma poi ripeto, voi pensate che io mi ritenga chissà chi, ma in realtà io so di non contare un ca**o e so che magari tra due mesi non ci sono più su YouTube, muoio su Twitch e nessuno più mi calcola. Lo so perfettamente che il mio lavoro funziona in questo modo. So anche che più ti impegni e più ricevi m***a. Vi lamentate che i miei video non sono editati, così li edito e successivamente vi lamentate che i video sono troppo editati. Capite quello che voglio dire? Io non sono un santo e non sono perfetto, ma già che ci siamo dico le cose così lo sanno tutti quelli che pensano che io ce l’ho con determinate persone quando non è vero. Io rispetto tutti e voglio bene a tutti, però spesso e volentieri la gente se lo dimentica e questo a me un po’ dispiace. Se avete dei suggerimenti ditemelo pure perché io cercherò di farne tesoro e cercherò di migliorare, perché io voglio migliorare, voglio essere una brava persona come sono sempre stato e voglio portare rispetto come l’ho sempre portato… e penso di essere cresciuto parecchio su questa piattaforma. Poi del resto credo che almeno due volte l’anno io devo essere soggetto all’ira funesta del web. Due volte l’anno e di solito sempre sotto Natale e verso Agosto. Che poi c’è una cosa che non ho specificato: non è che prima ho detto che Favij mi ha mandato gente contro perché lo ha voluto lui esplicitamente, ma magari è stato percepito così ed ho ricevuto tutto ciò. Una settimana prima ero un eroe per l’intervista fatta con POW3R ed adesso invece sono uno st****o, ma molto probabilmente l’intervista l’hanno vista le persone più grandicelle (facciamo dai 14 anni in su), poi è passata sotto i riflettori grazie a Favij ed altri e allora l’ha vista la gente più piccola che non ha capito nulla. Io non c’è l’ho con Favij, voglio bene a tutti. Io capisco che delle volte lancio frecciatine, ma cerco di essere sempre simpatico e non lo faccio mai con cattiveria. Io vorrei solo che fossimo tutti felici, tuttavia spesso questi problemi non vengono fatti dagli YouTuber, ma dalle persone che vogliono queste cose.”

Di certo Mirko Alessandrini è stufo da diverso tempo di stare sempre al centro del web quando si tratta di tempeste del genere ed ha cercato di essere il più sincero possibile. Vedremo se la tempesta continuerà o si fermerà già dopo le sue dichiarazioni.

Favij stupisce ancora: “Ormai sono finito”

favij Ormai sono finito.

Il celebre gamer Lorenzo Ostuni, conosciuto sul web come Favij, ha dichiarato negli ultimi tempi di volere fare un gigantesco cambiamento nel suo canale, annunciando addirittura l’arrivo di due web-serie e diventando sempre più originale nei suoi ultimi gameplay. Ieri, alle ore 13.45, ha pubblicato un video lungo poco più di 2 minuti intitolato “Ormai Sono Finito.”

favij video Ormai sono finito.
(Una scena del cortometraggio)

Il video (che potete vedere qui) stavolta non è un gameplay, ma un vero e proprio cortometraggio. Esso fa vedere Lorenzo Ostuni intento a riflettere sul destino del suo canale tramite un monologo interiore, poiché egli non sa più come fare un prodotto che possa attirare il pubblico, mentre le cose che finiscono oggi in tendenza sono sempre più discutibili. Nel video c’è anche una frecciatina riferita al gamer CiccioGamer89 che aveva criticato l’avvertimento di Lorenzo Ostuni riguardo la faccenda #SaveYourInternet. Fa inoltre piacere ritrovare nel cortometraggio il comico Marco Merrino, conosciuto sul web come Croix89, che farà a Lorenzo una ramanzina fondamentale per capire il video. Il cortometraggio è davvero ben curato dal punto di vista tecnico, Lorenzo Ostuni si dimostra adatto a recitare di nuovo ed il messaggio, per quanto il video sia breve, è estremamente chiaro: se la qualità sul web è davvero discutibile e non vale più nulla, allora è assolutamente necessario creare dei contenuti nuovi. Le poche battute nel cortometraggio funzionano ed il finale è estremamente esilarante (avente un inaspettato omaggio ai film di Bud Spencer e Terrence Hill per giunta). Se Lorenzo Ostuni continua a sfornare prodotti del genere, egli non potrà più essere definito semplicemente gamer (e considerando che il cortometraggio ha fatto in un giorno poco più di 400.000 visualizzazioni il pubblico sembra apprezzare). La sua voglia di cambiare ed il suo impegno nel creare contenuti nuovi si stanno facendo sentire sempre di più.

 

(Articolo scritto e curato da Andrea Barone)

L’UE chiarisce la questione #SaveYourInternet: YouTube è salvo

Negli ultimi giorni ci sono state un sacco di paure a causa dell’articolo 13 creato per la tutela del copyright. La situazione sembrava talmente grave che lo stesso YouTube ha incitato gli utenti a combattere questa legge, facendo video su questo argomento ed utilizzando l’hashtag “SaveYourInternet”. Ora, dopo tante proteste, la stessa Unione Europea ha dato la sua risposta sul suo account Instagram ufficiale:

<<C’è qualche disinformazione che circola sulla riforma della legge sul copyright che proponiamo.
Se siete YouTuber o amanti di YouTube, non preoccupatevi. Continuerete a fare quello che fate oggi 🙌: guardare i vostri vlog preferiti, filmare e pubblicare per i vostri amati follower, imparare dai tutorial, ascoltare musica e molto altro! Continuate a guardare e a godervi tutto ciò che facciamo!
Perché stiamo proponendo questa riforma?
👇👇
Perché … 🔹 Noi crediamo che artisti e creatori che condividono i loro contenuti online dovrebbero ottenere una giusta remunerazione per la loro creatività e duro lavoro.

🔹 Dobbiamo colmare questo divario di valore e assicurarci che la remunerazione per i creatori e le piattaforme online sia equamente condivisa.

🔹 Vogliamo potenziare e rafforzare la posizione di autori e artisti nelle trattative con grandi piattaforme che avvantaggiano in gran parte le loro creazioni.

🔹 Vogliamo che i contratti tra piattaforme online e creatori siano trasparenti.

Qual’è la prossima mossa?

La nostra proposta è in discussione tra il Parlamento europeo e il Consiglio dell’UE. Le nuove norme entreranno in vigore dopo che un accordo è stato raggiunto e la direttiva è adottata ufficialmente.>>

A quanto pare, almeno appellandosi a quello che dice l’Unione Europea, non c’è niente di cui preoccuparsi, anche se in realtà non fanno alcuna chiarezza sul fatto che YouTube, in base all’articolo 13, dovrebbe essere costretto ad occuparsi di ogni contenuto caricato dai creator e ciò è impossibile per la piattaforma. Non ci resta che continuare a vedere come proseguirà la faccenda, magari attraverso una risposta di YouTube stesso.

 

(Articolo scritto e curato da Andrea Barone)

CiccioGamer89 critica gli YouTuber che usano l’hashtag “SaveYourInternet”

CiccioGamer89 #SaveYourInternet

Ieri il gamer Mirko Alessandrini, conosciuto sul web come CiccioGamer89, ha pubblicato diverse storie su Instagram in cui si è lamentato del fatto che molte miniature non siano rese visibili su YouTube per introdurre i video caricati da lui e da altri creator. Attraverso questa lamentela il noto youtuber ha attaccato i suoi colleghi in generale sostenendo che le loro avvertenze e le loro incitazioni fatte per salvare YouTube sono solo un altro modo per fare visualizzazioni e che bisognerebbe invece incentrarsi sui problemi che la piattaforma ha adesso, perché questo allarme per l’articolo 13 secondo lui è esagerato ed inutile, nonostante sia stato YouTube stesso ad incitare i creator a realizzare video per avvisare gli utenti (potete trovare i dettagli della vicenda qui). Dopo queste dichiarazioni Mirko Alessandrini ha successivamente pubblicato un’altra storia in cui mostra che diversi suoi video gli sono stati segnalati dalla piattaforma per motivi di copyright e per tale motivo il gamer accusa YouTube di volerlo punire perché non sta agendo come i suoi colleghi (per chi non segue la web-star su Instagram potete trovare tutte le storie qui). Numerosi utenti hanno criticato Mirko Alessandrini per queste dichiarazioni, accusandolo di aver assunto atteggiamenti di egoismo, superficialità e menefreghismo.

 

(Articolo scritto e curato da Andrea Barone)

YouTube avvisa ed incita gli utenti sull’articolo 13

acquisto iscritti e visualizzazioni

Come sappiamo dalle ultime notizie, se l’articolo 13 sulle legge del copyright viene approvato dal parlamento europeo, YouTube potrebbe essere costretto a bloccare la maggior parte dei video esistenti sulla piattaforma poiché non può assumersi la responsabilità del copyright di tutti i contenuti come l’articolo pretenderebbe (fino ad ora la responsabilità era solo dei creator) e tutto ciò potrebbe causare una perdita economica gigantesca che potrebbe persino portare al fallimento della piattaforma in tutta Europa. Inutile dire che YouTube non sia per niente d’accordo con un provvedimento simile, per questo ha intensificato la sua offensiva contro l’articolo ed adesso in ogni account che usufruisce gratuitamente della piattaforma, al posto della richiesta per fare l’abbonamento premium, compare un messaggio che avvisa che ci potrebbero essere delle conseguenze inattese a causa dell’articolo 13 e che ci può essere una strada migliore.

Avviso Articolo 13
(L’avviso appena menzionato e ormai diffuso su tutta la piattaforma in Europa)

Ma YouTube non si limita solo all’avviso: se infatti si clicca sulla scritta “Learn More” quest’ultima vi manderà direttamente su una pagina che spiega nei minimi dettagli la situazione attraverso un video di circa 4 minuti realizzato direttamente dal canale ufficiale della piattaforma (potete vederlo con i sottotitoli italiani qui ). Nel video i vari creator vengono anche incitati a realizzare a loro volta altri video per spiegare agli utenti la situazione in modo da esortarli a fare di tutto per sostenere la causa, utilizzando l’hashtag #SaveYourInternet (e per ora in Italia non hanno perso tempo né l’attore comico Guglielmo Scilla, conosciuto nel web come Willwoosh, e né il gamer Lorenzo Ostuni, conosciuto nel web come Favij). Infine nel video viene anche precisato che c’è ancora tempo per cambiare le cose, perché i legislatori stanno ancora scrivendo la versione finale della legge ed il coinvolgimento di più persone possibili potrebbe aiutare molto a modificare quest’ultima in modo da arrivare ad un compromesso. Speriamo che tutto si risolva per il meglio, ma una cosa è certa: YouTube combatterà fino alla fine e noi siamo con lui.

 

(Articolo scritto e curato da Andrea Barone)