Favij stupisce ancora: “Ormai sono finito”

Il celebre gamer Lorenzo Ostuni, conosciuto sul web come Favij, ha dichiarato negli ultimi tempi di volere fare un gigantesco cambiamento nel suo canale, annunciando addirittura l’arrivo di due web-serie e diventando sempre più originale nei suoi ultimi gameplay. Ieri, alle ore 13.45, ha pubblicato un video lungo poco più di 2 minuti intitolato “Ormai Sono Finito.”

favij video Ormai sono finito.
(Una scena del cortometraggio)

Il video (che potete vedere qui) stavolta non è un gameplay, ma un vero e proprio cortometraggio. Esso fa vedere Lorenzo Ostuni intento a riflettere sul destino del suo canale tramite un monologo interiore, poiché egli non sa più come fare un prodotto che possa attirare il pubblico, mentre le cose che finiscono oggi in tendenza sono sempre più discutibili. Nel video c’è anche una frecciatina riferita al gamer CiccioGamer89 che aveva criticato l’avvertimento di Lorenzo Ostuni riguardo la faccenda #SaveYourInternet. Fa inoltre piacere ritrovare nel cortometraggio il comico Marco Merrino, conosciuto sul web come Croix89, che farà a Lorenzo una ramanzina fondamentale per capire il video. Il cortometraggio è davvero ben curato dal punto di vista tecnico, Lorenzo Ostuni si dimostra adatto a recitare di nuovo ed il messaggio, per quanto il video sia breve, è estremamente chiaro: se la qualità sul web è davvero discutibile e non vale più nulla, allora è assolutamente necessario creare dei contenuti nuovi. Le poche battute nel cortometraggio funzionano ed il finale è estremamente esilarante (avente un inaspettato omaggio ai film di Bud Spencer e Terrence Hill per giunta). Se Lorenzo Ostuni continua a sfornare prodotti del genere, egli non potrà più essere definito semplicemente gamer (e considerando che il cortometraggio ha fatto in un giorno poco più di 400.000 visualizzazioni il pubblico sembra apprezzare). La sua voglia di cambiare ed il suo impegno nel creare contenuti nuovi si stanno facendo sentire sempre di più.

 

(Articolo scritto e curato da Andrea Barone)

CiccioGamer89 critica gli YouTuber che usano l’hashtag “SaveYourInternet”

Ieri il gamer Mirko Alessandrini, conosciuto sul web come CiccioGamer89, ha pubblicato diverse storie su Instagram in cui si è lamentato del fatto che molte miniature non siano rese visibili su YouTube per introdurre i video caricati da lui e da altri creator. Attraverso questa lamentela il noto youtuber ha attaccato i suoi colleghi in generale sostenendo che le loro avvertenze e le loro incitazioni fatte per salvare YouTube sono solo un altro modo per fare visualizzazioni e che bisognerebbe invece incentrarsi sui problemi che la piattaforma ha adesso, perché questo allarme per l’articolo 13 secondo lui è esagerato ed inutile, nonostante sia stato YouTube stesso ad incitare i creator a realizzare video per avvisare gli utenti (potete trovare i dettagli della vicenda qui). Dopo queste dichiarazioni Mirko Alessandrini ha successivamente pubblicato un’altra storia in cui mostra che diversi suoi video gli sono stati segnalati dalla piattaforma per motivi di copyright e per tale motivo il gamer accusa YouTube di volerlo punire perché non sta agendo come i suoi colleghi (per chi non segue la web-star su Instagram potete trovare tutte le storie qui). Numerosi utenti hanno criticato Mirko Alessandrini per queste dichiarazioni, accusandolo di aver assunto atteggiamenti di egoismo, superficialità e menefreghismo.

 

(Articolo scritto e curato da Andrea Barone)

YouTube avvisa ed incita gli utenti sull’articolo 13

Come sappiamo dalle ultime notizie, se l’articolo 13 sulle legge del copyright viene approvato dal parlamento europeo, YouTube potrebbe essere costretto a bloccare la maggior parte dei video esistenti sulla piattaforma poiché non può assumersi la responsabilità del copyright di tutti i contenuti come l’articolo pretenderebbe (fino ad ora la responsabilità era solo dei creator) e tutto ciò potrebbe causare una perdita economica gigantesca che potrebbe persino portare al fallimento della piattaforma in tutta Europa. Inutile dire che YouTube non sia per niente d’accordo con un provvedimento simile, per questo ha intensificato la sua offensiva contro l’articolo ed adesso in ogni account che usufruisce gratuitamente della piattaforma, al posto della richiesta per fare l’abbonamento premium, compare un messaggio che avvisa che ci potrebbero essere delle conseguenze inattese a causa dell’articolo 13 e che ci può essere una strada migliore.

Avviso Articolo 13
(L’avviso appena menzionato e ormai diffuso su tutta la piattaforma in Europa)

Ma YouTube non si limita solo all’avviso: se infatti si clicca sulla scritta “Learn More” quest’ultima vi manderà direttamente su una pagina che spiega nei minimi dettagli la situazione attraverso un video di circa 4 minuti realizzato direttamente dal canale ufficiale della piattaforma (potete vederlo con i sottotitoli italiani qui ). Nel video i vari creator vengono anche incitati a realizzare a loro volta altri video per spiegare agli utenti la situazione in modo da esortarli a fare di tutto per sostenere la causa, utilizzando l’hashtag #SaveYourInternet (e per ora in Italia non hanno perso tempo né l’attore comico Guglielmo Scilla, conosciuto nel web come Willwoosh, e né il gamer Lorenzo Ostuni, conosciuto nel web come Favij). Infine nel video viene anche precisato che c’è ancora tempo per cambiare le cose, perché i legislatori stanno ancora scrivendo la versione finale della legge ed il coinvolgimento di più persone possibili potrebbe aiutare molto a modificare quest’ultima in modo da arrivare ad un compromesso. Speriamo che tutto si risolva per il meglio, ma una cosa è certa: YouTube combatterà fino alla fine e noi siamo con lui.

 

(Articolo scritto e curato da Andrea Barone)

Cicciogamer89 dichiara: “Gli iscritti di Favij non contano più un ca**o”

In una recente intervista Mirko Alessandrini, il noto gamer avente un canale di poco più di 2 milioni e 800.000 iscritti), ha fatto questa dichiarazione:

“Ho superato Gabbo ed ho superato Favij. Ora Favij ha solo gli iscritti, ma non contano più un ca**o. Contano qualcosa gli iscritti oggi? No. Contano i visitatori unici e quanto la gente è affezionata a te. Per me, in questo momento, perché forse l’anno prossimo non sarà così, io ho superato tutti.”

Nell’interessante intervista fatta da POW3R (che potete guardare qui), Mirko Alessandrini, con un’incredibile umiltà, si dichiara quindi il gamer più importante di YouTube Italia in questo momento. Per quanto si può benissimo dubitare delle sue dichiarazioni, tuttavia ciò che ha detto sugli iscritti non è da prendere sottogamba. Per quanto Lorenzo Ostuni sia quasi arrivato a 5 milioni di iscritti (ne mancano circa 76.000 per giungere a tale traguardo), le sue visualizzazioni giornaliere sono sempre sulle 300.000 da diversi mesi ed in settimana è spesso solamente un video ad avere un numero maggiore di visual (l’ultimo è stato “Perché odio Fortnite” che ha superato le 600.000). Non si può dire che fare 7 video al giorno aventi circa 300.000 visualizzazioni l’uno sia roba da poco, però sorge una domanda: che fine hanno fatto i 4 milioni di iscritti in più che Lorenzo Ostuni possiede? Perché essi spesso non guardano i suoi video? Sarà che il più delle volte ormai ci si inscrive al canale di ogni youtuber famoso esclusivamente per moda e le persone veramente affezionati che seguono sul serio una determinata web-star spesso sono molto meno di quello che c’è scritto nel contatore di iscritti. Certo, a dispetto di quel che dice Mirko Alessandrini, anche quest’ultimo possiede le stesse caratteristiche, con la differenza che le visualizzazioni sono leggermente più basse (arrivano alle 300.000 meno volte degli abitudinari risultati di Lorenzo Ostuni) e negli ultimi tempi non c’è un video particolare ogni settimana che le fa aumentare, anche perché il canale in questo periodo sta trattando per l’80% solo di Fortnite, come se il noto gamer non riuscisse a realizzare altro ed ormai continua a limitare enormemente i suoi contenuti fino a prova contraria. In sostanza quindi Mirko Alessandrini è ancora inferiore a Lorenzo Ostuni da questo punto di vista.

Tutte queste informazioni non vogliono dire che non esistano numeri di iscritti che per la maggior parte siano davvero formati da un pubblico affezionato. Se bisogna contare questo allora al primo posto non c’è Lorenzo Ostuni, ma Jacopo Malnati e Daniel Marangiolo che insieme formano il duo comico “Ipantellas”.

ipantellas
(Il celebre duo comico nella foto)

Il loro canale conta quasi 4 milioni di iscritti ed i video arrivano periodicamente ad oltre 2 milioni e mezzo di visualizzazioni e spesso i loro lavori non solo raggiungono numeri che sono quasi la quantità dei loro iscritti, ma riescono anche a superarli (l’ultimo è stato “SE I MIEI PROF FOSSERO BAMBINI *assurdo*” che è arrivato a poco più di 4 milioni e 200.000 visualizzazioni). Il canale “Ipantellas” è quindi il canale di YouTube Italia di maggior successo attualmente.

 

(Articolo scritto e curato da Andrea Barone)

Megarobbey: un amante dei videogiochi

Se siete amanti di videogiochi vi sarà capitato almeno una volta di capitare in un video di Megarobbey. Quest’ultimo è un videorecensore di videogames, avente un canale di YouTube con poco più di 2.500 iscritti che ha aperto il 15 ottobre del 2010. La particolarità dello youtuber è che quest’ultimo tratta principalmente di videogiochi retrò appartenenti a console di ogni tipo: Atari 2600, Sega Genesis, Nintendo, Megadrive, Super Nitendo, Ps1, Nintendo 64, Ps2 e chi più ne ha più ne metta. Per lungo tempo ha trattato solamente questo tipo di console, ma recentemente ha parlato anche di diversi videogiochi dell’ultima generazione.

(Lo youtuber in una foto promozionale del suo canale)

Le sue recensioni hanno una struttura semplice divisa in 3 elementi principali da lui trattati ogni volta: grafica, sonoro e giocabilità. In ogni elemento lui esprime le sue impressioni in maniera semplice ma allo stesso tempo analitica e chiara. Il motivo per cui Megarobbey è uno youtuber valido è perché si nota particolarmente il suo amore per i videogiochi dato che nella sua “libreria” del canale c’è di tutto e di più: tantissime recensioni di videogiochi di ogni console esistente, analisi sui personaggi spesso utilizzati come mascotte o sui personaggi cinematografici e fumettistici spesso adattati nel contesto videoludico, analisi sulla funzionalità e sulle innovazioni delle console, raccolte di colonne sonore provenienti dalle opere più amate. In altre parole: i video di Megarobbey sono una vera e propria manna per chiunque sia appassionato di videogiochi o voglia conoscere questo meraviglioso mondo. L’unico difetto del suo canale è la rara presenza di gameplay. Ciò non è un difetto dal punto di vista qualitativo, ma un canale sottovalutato come questo potrebbe accrescere la sua popolarità se aggiungesse al suo repertorio anche i gameplay. Resta comunque il fatto che dal punto di vista del mondo videoludico il canale di Megarobbey è uno dei migliori in tutta YouTube Italia.

(Articolo scritto e curato da Andrea Barone)

Perché Favij non porta più Fortnite sul suo canale

Come sappiamo Lorenzo Ostuni, conosciuto sul web come Favij, è il gamer più popolare su YouTube Italia, avente quasi 5 milioni di iscritti. Da mesi il videogioco più popolare del momento è “Fortnite” nella modalità Battle Royale, ma, a differenza di numerosi altri gamer, Lorenzo Ostuni ha portato tale videogioco sul suo canale solamente in pochi video fatti diversi mesi fa. Sempre più utenti hanno chiesto negli ultimi tempi al noto gamer per quale motivo non portasse più “Fortnite” sul suo canale. La risposta di Lorenzo Ostuni è arrivata il 15 Novembre tramite il suo ultimo video pubblicato alle 13.45 (che potete vedere qui). Nel video Lorenzo Ostuni spiega che non ha registrato e non registrerà più gameplay del popolare videogame perché la sua enorme popolarità lo ha reso ai suoi occhi particolarmente odioso. Il problema non è il fatto che il gioco sia popolare, ma il motivo per cui diversi utenti guardino i gameplay di Fortnite. Molti infatti vedono le partite principalmente per l’abilità degli youtuber piuttosto che per la loro capacità d’intrattenere (infatti il gamer Mirko Alessandrini, conosciuto sul web come CiccioGamer89, è uno dei più seguiti per quanto riguarda “Fortnite” proprio per la sua bravura). Lorenzo Ostuni invece ha dichiarato di essere uno youtuber che preferisce dare maggiore attenzione alle sue reazioni ed ai suoi tempi comici piuttosto che alla competizione nei videogiochi, perché altrimenti in quel caso, rimanendo troppo concentrato, perderebbe il divertimento nel suo lavoro (tuttavia il gamer precisa che ci sono diverse persone che concentrandosi molto si divertono comunque, ma lui non è quel tipo). A causa quindi dei continui commenti di persone che criticavano fortemente il noto gamer per le sue abilità da giocatore Lorenzo Ostuni ha deciso che “Fortnite” non sarebbe mai stato uno dei gameplay di punta del canale a prescindere dal vantaggio che esso può portare con le visualizzazioni. Ci potrebbero essere casi in cui il popolare videogioco torni sul suo canale, ma sarebbero molto rari. Vediamo se i suoi video “alternativi” terranno testa a quelli di Fortnite degli altri utenti, ma considerando gli ultimi risultati e gli annunci fatti da Lorenzo Ostuni di recente il noto gamer non sembra dover essere preoccupato di ciò.

 

(Articolo scritto e curato da Andrea Barone)

Favij ha realizzato un gameplay più artistico?

Al gamer Lorenzo Ostuni, conosciuto dal web come Favij, è stato chiesto di pubblicizzare il videogioco “Starlink: Battle for Atlas” uscito per la console Nintendo Switch. Il gameplay è stato pubblicato il 14 novembre alle ore 13.45. Solitamente, quando un gamer pubblicizza un gioco, egli si limita semplicemente a riprendere qualche partita facendo battute, come tutti i normali gameplay che variano solo per il montaggio e per la persona che gioca. Da questi non si è mai differenziato nemmeno Lorenzo Ostuni… fino a quando non ha pubblicato il video menzionato prima. Per l’occasione infatti il noto gamer ha deciso di riportare in vita il personaggio Dr. Cornelius van Kartofen, che era in precedenza stato usato solo per il video “Esperimento Incredibile: Dentifricio per Elefanti” che aveva raggiunto poco più di 4 milioni e 300.000 visualizzazioni. L’ultimo video da lui realizzato è infatti intitolato “Dr. Cornelius van Kartofen Conquista Pianeti” (che potete vedere qui).

(Il dottor Cornelius van Kartofen nel video appena menzionato)

Il gameplay di conseguenza risulta diverso, perché Lorenzo Ostuni cerca di calarsi nei panni di un personaggio che non aveva mai preso prima il controller al posto suo. Attraverso ciò Lorenzo cerca di improvvisare una caratterizzazione volutamente esagerata e cartoonesca, riuscendo a raggiungere un’impostazione comica più alta del solito. Anche visivamente il video risulta più curato: per riprendersi il noto gamer non utilizza solamente la web-cam, ma anche una seconda telecamera attraverso inquadrature più tecniche (che non sono niente di eccezionale ma comunque nuove per un video di questo genere sul suo canale). Inoltre nei primi minuti, prima di iniziare il gameplay, Lorenzo Ostuni applica un numero comico completamente improvvisato sempre attraverso il suo personaggio in una scenografia ben curata realizzata apposta per l’occasione. In sostanza il video non è perfetto (l’improvvisazione delle battute di Lorenzo infatti non riesce sempre), ma risulta essere uno dei gameplay più piacevoli e originali che siano mai stati fatti su YouTube Italia. Il fatto che Lorenzo Ostuni si sia così impegnato per registrare una semplice partita è un buon segnale che fa capire che il gamer vuole davvero cercare di portare contenuti nuovi sul suo canale. In questo modo le aspettative per vedere le sue web-serie da lui annunciate in precedenza si fanno più alte.

 

(Articolo scritto e curato da Andrea Barone)

Il nuovo interessante esperimento di Quei Due Sul Server

Mario Palladino (conosciuto sul web come Synergo) e Nicola Palmieri (conosciuto sul web come Redez) formano il duo “Quei Due Sul Server” e sono i videomaker più conosciuti nel web (ed anche come gamer non scherzano in fatto di popolarità per quanto non siano tra i primi nelle classifiche), avente poco più di 630.000 iscritti nel loro canale principale. Essi si sono sempre distinti per la loro originalità ed anche questa volta non sono stati da meno. Il 13 novembre infatti hanno caricato sul loro canale un video che racchiude i risultati di un esperimento svolto all’insaputa degli utenti, intitolato “ABBIAMO PERSO 1.000 ISCRITTI IN UN GIORNO” (che potete vedere qui).

(Mario Palladino e Nicola Palmieri nel video riguardante l’esperimento)

Riassumendo in breve: il celebre duo ha preso uno dei loro canali (in questo caso “Quei Due Sul Server Trash”) ed hanno pubblicato 31 video di fila basati su un ragazzo che si diletta in unboxing di cornici. Questa non è una tipologia di video che il pubblico è abituato a vedere sul loro canale, specialmente con una costanza di pubblicazione mai vista (ogni video veniva caricato solamente un’ora dopo l’uscita dell’ultimo). Tutto ciò è stato fatto per un unico scopo: verificare la reazione della community e l’algoritmo di YouTube. Inutile dire che questo esperimento è stato come una bomba ad orologeria pronta ad esplodere (il titolo infatti non è clickbait), ma le cose sono andate in una maniera assolutamente inaspettata. Attraverso questo video Mario Palladino e Nicola Palmieri riescono infatti ad evidenziare quanto l’affezionamento del pubblico sia molto più importante rispetto alla meccanicità di Internet e rispetto alla creazione di contenuti sempre uguali fatti per la sicurezza delle visualizzazioni. L’esperimento è solo uno dei tanti che loro hanno svolto e che continueranno a svolgere, ma questo video a tema documentaristico si rileva comunque riuscito e molto interessante in quello che vuole dire, essendo corto ma allo stesso tempo perfettamente analitico. Inoltre, a parte il contenuto ed i dati riportati, è sempre un piacere notare quanto i due videomaker tengono alla loro qualità visiva. Per esempio nelle dimostrazioni dei dati anagrafici fatti da YouTube bastava semplicemente riportare lo scan nel montaggio, invece il duo ha preferito direttamente utilizzare la telecamera per riportare i dati attraverso una buona ripresa. Questa attenzione nei dettagli, così come la loro sempre continua curiosità di analizzare il mondo del web, è assolutamente da lodare. Siamo curiosi di sapere quali altri esperimenti i celebri videomaker continueranno a creare e per ora le cose continuano ad essere assolutamente soddisfacenti.

(Articolo scritto e curato da Andrea Barone)

Favij compie un cambiamento: in arrivo una nuova web-serie?

Proprio ieri, giorno in cui avevo scritto una riflessione su come il calo delle visualizzazioni potrebbe far riflettere i gamer sul creare contenuti veramente artistici, Lorenzo Ostuni, gamer italiano conosciuto sul web come Favij e avente il numero maggiore di iscritti (poco più di 5 milioni e 900.000), pubblica un video in cui annuncia di voler fare un cambiamento netto per quanto riguarda il suo canale.

(Lorenzo Ostuni nel video in cui annuncia le modifiche del canale)

Lorenzo Ostuni vuole fare un grande passo modificando il palinsesto dei suoi video. Quasi dalla nascita del suo canale infatti i suoi video hanno sempre mantenuto la costanza di uscire 7 giorni su 7. Questi video sono sempre stati gameplay, salvo il sabato in cui al posto di quest’ultimo è sempre uscito un vlog. Nelle ultime settimane inoltre i normali video gameplay la domenica si sono trasformati in live da 5 ore. Non sono mancate le eccezioni (come la divertente parodia musicale “I Maroni Pieni” fatta con il duo comico IPantellas), ma in sostanza la struttura del suo canale ha sempre mantenuto questo livello. Dalla prossima settimana tuttavia Lorenzo Ostuni applicherà un palinsesto ben preciso, attraverso cui una tipologia specifica di video sarà pubblicata in un giorno specifico. Il palinsesto verrà suddiviso in questa maniera:

1) Il mercoledì e la domenica usciranno gameplay di videogiochi scelti casualmente.

2) Il lunedì ed il giovedì usciranno gameplay di videogiochi più lunghi e che quindi creano una vera e propria serie ad episodi all’interno del canale (come per esempio “Outlast” o “Octodad”). In entrambi questi giorni inoltre ci sarà una live dalle 21.00 alle 23.30, senza quindi che quest’ultima sostituisca il gameplay del giorno come avveniva precedentemente la domenica.

3) Il sabato uscirà sempre un vlog, anche se Lorenzo Ostuni ha aggiunto che sarà fatto in una maniera decisamente diversa.

4) Se per ora i punti elencati non sono un cambiamento davvero eccezionale per quanto riguarda i suoi contenuti, una delle novità più interessanti è collegata al martedì in cui uscirà una nuova tipologia di video: “Unboxing Favij”.

(Logo del nuovo format menzionato)

Questo nuovo format sarà dedicato ai pacchi mandati in regalo a Lorenzo Ostuni. La cosa particolare tuttavia è che questa tipologia di video sarà curata da videomaker ed avrà di conseguenza una sceneggiatura ed una regia. In questo modo Lorenzo Ostuni inaugurerà la sua prima web-serie che avrà inoltre delle special guest. A prima vista il soggetto potrebbe non risultare molto interessante, ma voglio ricordare che da un’idea apparentemente troppo semplice e stupida è nato quell’ottimo prodotto d’intrattenimento che è la web-serie “Cotto e Frullato” condotta da Maurizio Merluzzo, quindi aspettiamo prima di partire prevenuti.

5) Il venerdì uscirà un episodio di un’altra nuova web-serie intitolata “Esperimento Incredibile”. A differenza di “Unboxing Favij” su questo prodotto non abbiamo alcuna informazione per ora.

(Logo della web-serie menzionata)

Come scritto in precedenza, i cambiamenti si verificheranno la prossima settimana, ma il lavoro maggiore dedicato agli ultimi due progetti non è ancora finito: gli episodi di “Unboxing Favij” usciranno a partire da Dicembre, mentre quelli di “Esperimento Incredibile” usciranno a partire da Gennaio. Nell’attesa il palinsesto del canale verrà continuamente aggiornato. Per quanto l’impostazione cronologica dei video verrà modificata, i cambiamenti che potrebbero davvero creare una svolta definitiva sono proprio queste due web-serie. Lorenzo Ostuni riuscirà a differenziarsi qualitativamente dagli altri gamer? Possiamo scoprirlo solamente aspettando. Speriamo che non ci deluda, ma nel frattempo i fan del noto youtuber potranno continuare a divertirsi con i suoi gameplay.

(Articolo scritto e curato da Andrea Barone)

Perché YouTube non sta morendo e forse sta anche migliorando

Dopo il video del noto gamer americano Mark Edward Fischbach, conosciuto nel web come Markiplier, nel quale ha espressamente evidenziato che YouTube negli ultimi tempi sia affetto da numerosi bug (tra cui il calo delle visualizzazioni), diversi youtubers italiani hanno parlato di questo problema. Tutto è cominciato il 27 ottobre con il gamer Lorenzo Ostuni, conosciuto nel web come Favij, che, una volta visto il video di Mark Fischbach, ha immediatamente avvisato gli utenti evidenziando in un video che il calo delle visualizzazioni improvviso non sia colpa dei creatori di contenuti. Dopo questo appello diversi utenti hanno risposto ed ognuno ha espresso la propria considerazione, come il comico Riccardo Dose (al quale poi Lorenzo Ostuni ha risposto in un secondo video decisamente più approfondito del precedente) ed il recensore cinematografico Mattia Ferrari, conosciuto nel web come victorlaszlo88. È inutile evidenziare quanto il parlare di “morte” di YouTube sia sicuramente una cosa esagerata che accade ogni volta ci sia qualcosa che possa compromettere le visualizzazioni degli utenti del web, perché una piattaforma così importante e usufruita deve subire ben altre scosse per arrivare ad un vero e proprio fallimento.

La risposta più interessante è stata quella del gamer Stefano Lepri, conosciuto dal web come St3pNy, nel quale quest’ultimo afferma che se il calo delle visualizzazioni è dovuto in parte a dei bug, dall’altra parte c’è anche il problema riguardante il fatto che nella piattaforma ci siano moltissimi contenuti rispetto al numero degli utenti. In questo modo uno spettatore di YouTube che non può dedicare molto tempo alla piattaforma è costantemente indeciso tra le varie tipologie di video che gli vengono date. Per capire bene questa cosa voglio fare un esempio banale: per quale motivo il comico Karim Musa, conosciuto nel web come Yotobi, non ha mai subito un calo di visualizzazioni risultando sempre tra i primi nelle tendenze? Per la qualità dei video? Non soltanto, perché l’altro motivo fondamentale è il fatto che non ci sia nessun altro canale su YouTube Italia che utilizzi lo stesso stile di Karim Musa (avete per caso visto un altro late show nei meandri del web italiano?). I generi di video diffusi di più sulla piattaforma possono invece creare una forte indecisione nel pubblico, per questo è necessario che gli artisti o gli intrattenitori cerchino di distinguersi il più possibile dagli altri.

In questa situazione i gamer hanno una grossa possibilità di subire un rischio maggiore rispetto ad altri creators, perché tutti, al di là della differenza di personalità e della varietà minima dei video, presentano sempre lo stesso identico stile da anni: giocare ai videogiochi facendo battute e creare dei vlog, il tutto realizzato attraverso un tempo lavorativo di almeno un video al giorno. Un simile sistema applicato in un tempo così lungo è destinato a stancare il pubblico a breve, quindi non è un caso che il calo di visualizzazioni colpiscano soprattutto loro. Anche se il calo di popolarità non sta davvero avvenendo attraverso una situazione critica, non c’è da stupirsi che dei creatori di contenuti siano preoccupati. La soluzione più ovvia è creare qualcosa di nuovo che possa portare gli utenti all’interessamento.

Ho già evidenziato in un articolo come i gamer non siano affatto delle persone che non lavorino, ma in esso ho anche evidenziato come sia la forma d’intrattenimento minore dal punto di vista della qualità. Alcuni gamer hanno annunciato di voler cominciare a cambiare i propri contenuti, come lo stesso Lorenzo Ostuni ha dichiarato proprio in una puntata del Late Show di Karim Musa che a breve avrà una troupe lavorativa (un elemento che hanno soprattutto i creatori di prodotti audiovisivi come i video comici e le web-series). Se questa leggera crisi di YouTube sarà in grado di spronare i gamer a differenziarsi nel mondo dello spettacolo in modo da creare qualcosa di più originale e artistico, allora tutto quello che sta avvenendo è un bene. Speriamo che le loro parole non siano lontane dai fatti.

(Questo articolo è stato scritto e curato da Andrea Barone)